I giovani e il “greco”: c’è “feeling”?

Ma a che ti serve il greco? Banchetti, danze e orge: prassi dei Greci antichi e assillo dei giovani moderni!   Sono stufo di dover rispondere, ogni qual volta dichiari di frequentare il Liceo Classico, alla domanda: "Ma a che ti riserve il Greco?".Sono arcistufo. Anche perché, in fin dei conti, non so cosa rispondere! E quindi mi servo di … Continua a leggere

E il barone se la cavò con una multa salata.

Non so se Candida, comune della provincia di Avellino, abbia legato il suo nome a quello dei Filangieri suoi feudatari o al contrario questi a quella. Fatto è che i rami in cui la famiglia con il passare dei secoli si suddivise hanno sempre avuto come fatto distintivo il fregiarsi del titolo di Candida.Le origini di questa famiglia risalgono al secolo XI. … Continua a leggere

Le bande musicali.

Nell' Ottocento le bande musicali, o "musica cittadina" come viene anche chiamata in alcune regioni, hanno uno sviluppo notevole e diffuso in piccoli e grandi centri d'Italia, istituite anche a spese delle amministrazioni locali e munite di un loro Regolamento con l'indicazione dei soggetti che ne facevano parte, il cui numero poteva variare a seconda delle bande. L'uniforme era a … Continua a leggere

Letteratura slovena

  Data la sua posizione di confine con il nord-est della nostra penisola, la Slovenia ha qualche cosa di familiare. Chi visita Ljubljana, la più piccola capitale degli Stati dell'Unione Europea per numero di abitanti, è portato a un paragone con Trieste, a ritrovare elementi che accomunano queste due città. La letterature di questo paese  nostro vicino di casa, è … Continua a leggere

Poesia della Lituania

Sono trascorsi più di quindici anni da quando la Lituania ha riconquistato la sua piena indipendenza e quasi tre anni dal suo ingresso nell'Unione Europea. Ma quante cose si conoscono oggi della Lituania rispetto a quelle, poche, che si conoscevano ieri? Credo che le nostre conoscenze su questo  paese del mar Baltico, come su altri paesi che hanno fatto di … Continua a leggere

Un antico dizionario latino-albanese

Frang Bardhi , conosciuto nella forma latina come Franciscus Blancus ed in italiano come Francesco Bianchi ( in albanese,infatti, bardhë significa bianco)  figura eminente della chiesa albanese del suo tempo si preoccupò  proprio del problema linguistico della sua terra. Nato a Zadrima nella regione albanese del nord,  studiò teologia  a Roma, prima nel Collegio illirico di Loreto e poi dal … Continua a leggere

Le palafitte di Pertosa

Si chiamano Grotte dell'Angelo o di San Michele quelle di Pertosa (in provincia di Salerno). Esse si trovano a circa 70 metri in altitudine rispetto al corso del fiume Tanagro, che le ha in qualche modo "generate". L'ambiente che circonda all'esterno la cavità naturale è caratterizzato da antichi mulini, da cascate e dai vari corsi d'acqua che cercano la loro … Continua a leggere

Nella piazza di Roscigno Vecchio

A ben considerare le innumerevoli grotte e cavità naturali il Cilento può sembrare una groviera. La caratteristica roccia carsica ha creato questo paesaggio sotterraneo che lascia stupiti i visitatori. Ma la montagna nasconde sempre dei pericoli e i dissesti idrogeologici sono frequenti.Agli inizi del Novecento l'abitato di Roscigno (provincia di Salerno) dovette essere abbandonato da tutti i suoi abitanti perché la … Continua a leggere

Le grotte di Castelcivita

Il Cilento sotterraneo è altrettanto fascinoso quanto quello che vive alla luce del sole. Pertosa, Polla, Castelcivita, S. Angelo a Fasanella, Caselle in Pittari, Camerota hanno nel loro territorio  grotte che penetrano nel sottosuolo anche per migliaia di metri e che furono in tempi lontani rifugio dell'uomo preistorico, ma , in epoche più recenti, luogo di raccoglimento per gli uomini … Continua a leggere

I fagioli di Controne.

La buona cucina non conosce limiti temporali. Nel Cilento poi le sue origini si perdono nella notte dei tempi e i sapori dell'Ellade si confondono con quelli indigeni. Scene di banchetto, il tipico simposio greco, si ritrovano nella Tomba del Tuffatore scoperta a Paestum da Mario Napoli nel 1968 e risalente al 480- 470 a. C.Il pane e il vino  … Continua a leggere